L’assillo della Preoccupazione


Nel 2011 ho condotto un percorso di aggiornamento con le maestre del II Circolo Didattico di Brindisi. Titolo del progetto: “La relazione educativa: dimensioni emotive e dinamiche di gruppo“. Insieme abbiamo lavorato sulla narrazione autobiografica per la consapevolezza di sé, con la costruzione di fiabe e storie e con le Arti Terapie. Al termine, ad ognuno ho assegnato un monologo da scrivere per dar voce ad una condizione dello spirito. Eccovi il quinto appuntamento: L’assillo della Preoccupazione, pubblicato in appendice de “La tecnica della fiabazione“, la prima stesura del mio attuale libro “Il Metodo Autobiografico Creativo“.

Quinto appuntamento

Il breve testo, scritto da E., è la parte che l’autrice ha pensato per il suo ruolo nell’Invito della Follia, liberamente tratto dal più famoso racconto di Davide Saliva che a noi è servito per dar vita a emozioni, sentimenti e altre comuni condizioni umane.

E’ il quinto appuntamento settimanale con i racconti autobiografici scritti per “pillole teatrali”, destinate ai ragazzi dei primi tre anni della scuola primaria, che terminerà con la pubblicazione del canovaccio in cui sono inseriti. Una rubrica da seguire per trarre ispirazione per lavori con i ragazzi delle prime tre classi della scuola primaria sull’alfabetizzazione emotiva.


Se sei un insegnante, i corsi online che ti consiglio per approfondire sono acquistabili anche con Carta del Docente. Basta cliccare sui pulsanti.

La relazione educativa

La Relazione Educativa: dimensioni emotive e dinamiche di gruppo.


L’assillo della Preoccupazione

Mi presento: forse qualcuno di voi già mi conosce… o forse no; forse altri hanno sentito parlare di me… o forse no; forse qualcun altro ha paura d’incontrarmi… o forse no. Mi chiamo preoccupazione! Non sono un tipo molto simpatico, a volte la gente mi scansa, mi evita come un appestato: teme la mia invadenza!

Ci sono persone invece, (e sono quelle che più amo), che mi cercano, mi corteggiano, anche se non hanno bisogno di me, si lasciano avvolgere dal mio temperamento, dalla mia perseveranza, dalla mia forza. Quelle le acchiappo, le plagio, le conduco a me, tanto da essere sempre nella loro testa, nel loro cuore, nella loro anima! Non mi faccio troppi scrupoli, perché dovrei?

Divento il loro assillo (è quello che, in fondo, mi chiedono). Però so bene quando è il momento di stare al mio posto, quando devo farmi da parte. La mia invadenza non è tale da non capire che a volte devo fare i bagagli e partire, quando non mi vogliono o semplicemente non c’è più bisogno di me.

Tutto sommato posso dire che, sebbene antipatico e prepotente, sono uno che si da un gran da fare e sono sempre presente.

Chi mi cerca qua sono!!!


Formati online nel Metodo Autobiografico Creativo con la Tecnica della Fiabazione
per apprendere la tecnica della narrazione di sé, potenziare le capacità creative e accrescere l’intelligenza emotiva.

Anche con Carta del Docente.


Facebook Comments

Rispondi