fiducia nel prossimo
Crescita personale

Sul bisogno naturale di avere ancora fiducia nel prossimo

Il modo di intendere e vivere la fiducia ai nostri giorni è profondamente cambiato rispetto alla sacralità originaria del termine. Il consumismo delle relazioni, infatti, ha oggi radicalmente trasformato le legittime aspettative che riponiamo nel prossimo. E che, parimenti, ingeneriamo negli altri. Come spesso accade, per scoprire i significati e le ricadute di parole e concetti che utilizziamo abitualmente, occorre conoscerne l’etimologia. Se, allora, prendiamo in considerazione la parola "fiducia" (e i suoi derivati), scopriamo come tutti i suoi significati, le derivazioni e le implicazioni in realtà ci spieghino perché noi facciamo un uso così frequente del termine e perché lo spendiamo così tanto all’indirizzo degli altri. L'analisi etimologica spiega, inoltre, perché avremmo bisogno di praticare di più la fiducia.Continua a leggere

intelligenza emotiva
Crescita personale

Come e perché l’intelligenza emotiva può aiutarci

L’intelligenza emotiva è la capacità di comprendere le proprie emozioni, esternarle chiaramente e regolarle. E, subito dopo, riconoscerle negli altri per empatia. Me ne sono occupato in moltissimi contributi su questo sito, in altrettante pubblicazioni ed è la competenza di vita che ho messo al centro della formazione della Art Coaching Smart School, la Scuola di Crescita Personale con le tecniche artistiche e narrative del Metodo Autobiografico Creativo. Quello che ormai è universalmente accettato delle ricadute dell'intelligenza emotiva è che nella vita di tutti i giorni la sfera emotiva svolge un ruolo determinante nelle nostre scelte. Daniel Goleman la considera due volte più importante delle competenze tecniche per aver successo nella vita professionale. Ma le ricerche scientifiche condotte sull’argomento evidenziano un paradosso: se da una parte le emozioni migliorano la vita, dall’altra la complicano. Vediamo come funziona.Continua a leggere

Il cassetto dei ricordi e la funzione della scoperta autobiografica
Crescita personale

Il cassetto dei ricordi e la funzione della scoperta autobiografica

Ho trattato diffusamente il tema dei monumenti dell’anima per la scoperta di sé (l’intelligenza intrapersonale) e, in definitiva, per migliorare la dimensione sociale, l’intelligenza interpersonale. Ma qual è la loro funzione specifica? Analizziamo. Se è vero che il “Monumentum” che prende forma grazie al processo creativo non permette di agguantare la verità, se è vero che sarebbe più opportuno parlare di più verità svelate dall’atto creativo, perfino contraddittorie tra loro ma contemporaneamente presenti (come nella metafisica della personalità), se, al tempo stesso, è vero che la creatività offre quella o quelle verità al suo, al loro autore in forma di domanda, è anche vero che esso rispetta e mantiene la sua funzione di aiutare una presa di coscienza e di educare al pensiero. E, soprattutto, di educare alla capacità di raccontare quel pensiero, di narrarlo, come, per esempio, accade con l’atto della scrittura della fiaba autobiografica.Continua a leggere

Autobiografia creativa memoria e ricordo
Crescita personale

Il ricordo e la memoria: monumenti di sé con l’autobiografia creativa

Che cosa rappresenta il “ricordo” nell’economia dei monumenti dell’anima? Dal punto di vista del significato etimologico, il ricordo è un ritorno al cuore, un rievocare con l’atto di riportare al cuore (dal latino cor, cordis). Nel Metodo Autobiografico Creativo, con la comparsa del ricordo in forma artistica, di fatto, abbandoniamo la sfera intellettuale della memoria e ci trasferiamo sul piano emotivo. Il ricordo, infatti, non risente di alcuna progettualità, al punto che potremmo definirlo come una memoria spontanea.Continua a leggere

fiducia in un mondo migliore
Crescita personale

Ripristinare il clima di autentica fiducia per un mondo migliore

La fiducia, più che un principio, un valore, è un elemento costitutivo della vita degli individui. C’è chi vive in funzione degli atti fiduciari e chi invece li considera di secondaria importanza. C’è, dunque, chi impronta la propria esistenza alle buone relazioni (che si basano sulla fiducia) e chi, invece, si accontenta di una fiducia solo parziale che dura per un periodo di tempo estremamente breve, ben sapendo, fin dall’inizio, che quel lasso di tempo molto presto volgerà al termine. Questa evidenza ha notevolmente modificato, nel corso della storia dell’umanità, il rapporto delle persone con la fiducia. Il nodo, se vogliamo, è che essa presuppone sempre la lealtà, valore poco praticato dall’uomo moderno, ragion per cui l’aberrazione del tradimento costituisce il venir meno di un atto costitutivo della socialità stessa, di un atto fondante delle relazioni stabili che oggi si vanno via via perdendo.Continua a leggere

Autobiografia creativa memoria e il passato
Crescita personale

La memoria e il passato: la storia personale è maestra di futuro

Il lavoro d'indagine autobiografica che ho introdotto con i monumenti dell’anima, attraverso le tecniche artistiche e narrative del Metodo Autobiografico Creativo, è la vera crescita personale. Un lavoro di un’importanza straordinaria per la verità che raccontano. Le persone sono sempre molto attente a sentirsi cittadine del loro presente ma si staccano con troppa facilità dal loro passato, trascurando il fatto che proprio nel passato sono nascoste le chiavi del futuro. Il lavoro introspettivo con i mezzi artistici che ho così definito permette al passato di continuare a vivere dentro di noi, in un angolo segreto della nostra mente, del nostro cuore. È importante, allora, che tutti quei passi che noi abbiamo compiuto - e che ci siamo lasciati alla spalle sulla linea del tempo - non vengano dimenticati, non vengano cancellati, non cadano nell’oblio.Continua a leggere