Metodo Autobiografico Creativo Creatività relazioni
Crescita professionale

Creatività e intelligenza emotiva per costruire relazioni felici

Nella continua asimmetria delle relazioni, che appartiene a tutti, la competenza sociale, basata sull'intelligenza emotiva e sull'empatia, aiuta la buona comunicazione e rende efficaci le relazioni interpersonali. Il rapporto tra la propria individuale conoscenza di con quella dell’altro racchiude il senso della competenza sociale, di cui ciascuno abbisogna per avvalorare la chiave di lettura dell’autoconoscenza e per conoscere gli altri. Questa particolare propensione alla consapevolezza di sé rende molto più semplice il concetto di interazione con gli altri secondo la personale capacità di costruire relazioni sane. Ecco come può servire la creatività a questa funzione.Continua a leggere

Segreto mente creativa
Arti Terapie, Crescita personale

Il segreto di una mente creativa

Sappiamo che il nostro cervello è diviso in due emisferi, uno logico-razionale e uno creativo. Insieme generano il prodotto che chiamiamo mente. Ma quando una mente è creativa? E qual è il suo segreto? Tratto da "L'unicorno che vomita arcobaleni", ecco un articolo che racconta di creatività, autostima e fiducia. Una storia autobiografica che riporta l'esperienza personale di Romina, un'arteterapeuta leccese che ha sperimentato la libertà grazie alla creatività emersa nei percorsi formativi del Metodo Autobiografico Creativo.

Queste, dunque, le sue parole, che ho scelto e adattato come introduzione al mio libro di fiabe autobiografiche "I desideri che cadono nel mare - Fiabe per crescere, storie per imparare a conoscersi" (Stefano Centonze, Ed. Circolo Virtuoso 2018).Continua a leggere

Creativtà autostima giudice interiore
Arti Terapie, Crescita personale

La creatività che mette a tacere il severo giudice interiore

Una  storia che parla di creatività, autostima e fiducia. Una storia autobiografica che parla di divieti e di errori inammissibili per decreto familiare. Errori che poi insegnano a crescere e a credere in se stessi, nei propri limiti e nelle potenzialità. Un racconto che non è una fiaba, almeno, non nel senso stretto, che ho scelto come introduzione al mio libro di fiabe autobiografiche "I desideri che cadono nel mare - Fiabe per crescere, storie per imparare a conoscersi" (Stefano Centonze, Ed. Circolo Virtuoso 2018). Ma ho trovato illuminante il racconto della vita di Romina e del suo rapporto con la creatività che le ha permesso un cambiamento e di diventare la persona che oggi è. Una parabola, una testimonianza reale che parla del peso delle aspettative e dell’ansia di prestazione generata dai genitori che è  la migliore introduzione ai mondi fantastici e sconosciuti che ci  accingiamo ad esplorare.Continua a leggere

scuola-noia-apprendimento
Scuola

Apprendimento: la noia danneggia il potere creativo del cervello

La noia inibisce l'apprendimento. Che c'è di peggio, infatti, di un relatore, di un formatore o di insegnante noioso? La noia, come la rabbia, la vergogna, la colpa e la paura, sono tra le emozioni distruttive perché inibiscono le capacità creative del cervello. In questo modo l'apprendimento si rivela inefficace. Lo dicono le neuroscienze. Se nel processo di formazione, educazione, istruzione non vengono coinvolte le emozioni positive, parte dei circuiti che permettono di memorizzare le nozioni restano  inattivi. Ad esempio, l’amigdala, ghiandola del cervello, situata nei circuiti limbici, che gestisce le emozioni (e, in particolar modo, la paura), che funge da filtro dei dati che immagazziniamo nell’ippocampo. Archiviare informazioni con una forte valenza emotiva, infatti, rende più facilmente recuperabile dalla memoria implicita quell’informazione che potrà essere reimpiegata all’occorrenza. Invero, accade anche con le forti emozioni negative ma, per ragioni evolutive che spingono il cervello a rifuggire le sensazioni spiacevoli, tutte le informazioni associate a emozioni negative vengono percepite come dolorose e messe da parte. Continua a leggere

autobiografia creativa verità identità
Crescita personale

Perché l’autobiografia creativa svela la verità sulla propria identità?

Scrivere di sé, senza filtri, o scegliere l'autobiografia creativa? Cioè, meglio una narrazione in prima persona o una fiaba, con il gioco dei simboli, delle metafore, tra peripezie, protagonista, antagonista e aiutante magico? Questo articolo è la risposta alla domanda che spesso mi viene rivolta sulla differenza tra Metodo Autobiografico e Metodo Autobiografico CreativoContinua a leggere