Tag: fuga

lite intelligenza emotiva
Crescita personale

La lite: un quesito sull’intelligenza emotiva

Vi è mai capitato che una lite con il vostro partner sia degenerata a tal punto da indurvi a lanciare reciproche accuse personali che vi lasciano entrambi sconvolti? Come vi siete comportati in una simile situazione? Vi comportereste ancora così? Il vostro atteggiamento ha dato i risulti sperati? Si è, cioè, rivelato corretto ai fini del successo della vostra relazione? Le reazioni emotive allo stress possono portare facilmente alla rottura dei rapporti e alla fuga, specie in famiglia e nella coppia. Per questo i comportamenti assunti in momenti difficili sono indicatori chiave dell’intelligenza emotiva. Ecco le quattro opzioni di risposta, illuminanti per un'autovalutazione del quoziente emotivo personale. Continua a leggere

Crescita professionale

Il ruolo delle emozioni: dall’algebra morale alla scienza della decisione

Scrive Benjamin Franklin nel 1779 alla nipotina, in una lettera nella quale le dà dei consigli su come scegliere l’uomo da sposare: “Se hai dei dubbi, prendi un foglio, traccia una riga così da ottenere due colonne. Nella prima mettici i “pro”. Nella seconda i "contro". Elimina pro e contro che si equivalgono. Infine, facendo tre o quattro considerazioni al giorno, colloca sotto le due differenti etichette dei brevi appunti che serviranno di volta in volta per la valutazione "a favore" o "contro". Al termine di questa operazione di algebra morale (o prudenziale), saprai quale decisione prendere. Se non farai così, rischierai di non sposarti mai”. Continua a leggere

Crescita personale

Quando una paura paralizzante ci salva la vita

Gli studi finora effettuati confermano il condizionamento che le emozioni esercitano sulla vita di ciascuno di noi. Condizionamento che, evidentemente, incide a seconda della diversa personalità ma anche della diversa cultura di ciascuno, ragion per cui le emozioni sembrano tanto migliorare quanto complicare la nostra esistenza. In generale, le emozioni sono dei campanelli d'allarme, funzionali alla sopravvivenza, che il nostro organismo attiva quando qualcosa che accade all'esterno ha il potenziale di alterare l'equilibrio interno, l'omeostasi dell'organismo. In millesimi di secondi le informazioni captate dai circuiti limbici, dove nascono le emozioni, vengono trasferite alla neocorteccia per la loro elaborazione cosciente.

Continua a leggere