Categoria: Post

Jung e l'archetipo del Minotauro
Crescita personale, Post

L’archetipo del Minotauro e le relazioni d’attaccamento

Mi sono occupato del mito del Minotauro per trattare il tema del labirinto come metafora del pensiero contorto dell'uomo e delle difficoltà che si frappongono tra il sé e la sua piena realizzazione. Dato il mio interesse verso la narrazione di sé per la crescita personale, trovo interessante tornare sull'argomento perché il  mito di Teseo e Arianna offre molti spunti per la riflessione. Continua a leggere

Dimostrare lealtà
Crescita professionale, Post

La fiducia richiede lealtà

Stephen M. R. Covey nel suo libro “The speed of trust”, tradotto in italiano in “La velocità della fiducia”, afferma che la fiducia nelle relazioni si basa su un dato di fatto incontrovertibile. Che si tratti di una relazione personale o professionale, quello che facciamo ha un impatto sempre maggiore rispetto a qualsiasi cosa diciamo. La fiducia si stabilisce (o si distrugge) attraverso i comportamenti. Secondo Covey sono 13 i comportamenti che alimentano la fiducia relazionale. I primi cinque derivano dal carattere, i secondi cinque dalla competenza, gli ultimi tre richiedono, più degli altri, la collaborazione di carattere e competenza. Il quinto di questi comportamenti, che è anche il quinto che riguarda la sfera caratteriale, consiste nel dimostrare lealtà.Continua a leggere

Rimediare agli errori
Crescita professionale, Post

Ammettere gli errori e sapervi rimediare rinnova la fiducia

Stephen M. R. Covey nel suo libro “The speed of trust”, tradotto in italiano in “La velocità della fiducia”, afferma che la fiducia nelle relazioni si basa su un dato di fatto incontrovertibile. Che si tratti di una relazione personale o professionale, quello che facciamo ha un impatto sempre maggiore rispetto a qualsiasi cosa diciamo. La fiducia si stabilisce (o si distrugge) attraverso i comportamenti. Secondo Covey sono 13 i comportamenti che alimentano la fiducia relazionale. I primi cinque derivano dal carattere, i secondi cinque dalla competenza, gli ultimi tre richiedono, più degli altri, la collaborazione di carattere e competenza. Il quarto di questi comportamenti, che è anche il quarto che riguarda la sfera caratteriale, consiste nel rimediare agli errori.Continua a leggere

Essere cristallini
Crescita professionale, Post

Essere cristallini aiuta a conservare la fiducia degli altri

Stephen M. R. Covey nel suo libro “The speed of trust”, tradotto in italiano in “La velocità della fiducia”, afferma che la fiducia nelle relazioni si basa su un dato di fatto incontrovertibile. Che si tratti di una relazione personale o professionale, quello che facciamo ha un impatto sempre maggiore rispetto a qualsiasi cosa diciamo. La fiducia si stabilisce (o si distrugge) attraverso i comportamenti. Secondo Covey sono 13 i comportamenti che alimentano la fiducia relazionale. I primi cinque derivano dal carattere, i secondi cinque dalla competenza, gli ultimi tre richiedono, più degli altri, la collaborazione di carattere e competenza. Il terzo di questi comportamenti, che è anche il terzo che riguarda la sfera caratteriale, consiste nell’essere cristallini.Continua a leggere

Rispetto
Crescita professionale, Post

Non esiste fiducia senza rispetto

Stephen M. R. Covey nel suo libro “The speed of trust”, tradotto in italiano in “La velocità della fiducia”, afferma che la fiducia nelle relazioni si basa su un dato di fatto incontrovertibile. Che si tratti di una relazione personale o professionale, quello che facciamo ha un impatto sempre maggiore rispetto a qualsiasi cosa diciamo. La fiducia si stabilisce (o si distrugge) attraverso i comportamenti. Secondo Covey sono 13 i comportamenti che alimentano la fiducia relazionale. I primi cinque derivano dal carattere, i secondi cinque dalla competenza, gli ultimi tre richiedono, più degli altri, la collaborazione di carattere e competenza. Il secondo di questi comportamenti, che è anche il secondo che riguarda la sfera caratteriale, consiste nel mostrare rispetto.Continua a leggere

Sincerità
Crescita professionale, Post

Essere sinceri è la radice della fiducia

Stephen M. R. Covey nel suo libro “The speed of trust”, tradotto in italiano in “La velocità della fiducia”, afferma che la fiducia nelle relazioni si basa su un dato di fatto incontrovertibile. Che si tratti di una relazione personale o professionale, quello che facciamo ha un impatto sempre maggiore rispetto a qualsiasi cosa diciamo. La fiducia si stabilisce (o si distrugge) attraverso i comportamenti. Secondo Covey sono 13 i comportamenti che alimentano la fiducia relazionale. I primi cinque derivano dal carattere, i secondi cinque dalla competenza, gli ultimi tre richiedono, più degli altri, la collaborazione di carattere e competenza. Il primo di questi comportamenti, che è anche il primo che riguarda la sfera caratteriale, consiste nell’essere schietti.Continua a leggere

empatia animali
Post

Empatia ed emozioni negli uomini e negli animali

Non è solo istinto. Gli animali provano emozioni, sanno bene chi sono e sanno perfettamente come comportarsi con gli altri. E' il risultato di uno studio condotto dalla Royal School Britannica a confermarlo. Lo stesso studio dimostra, inoltre, l'esistenza di un legame empatico tra noi e i nostri amici animali. In particolare, si tratterebbe di un circuito ad una sola via, poiché è l’uomo che influenza empaticamente l’animale, trasmettendogli valori e pensieri, pur senza riuscire a percepire autenticamente cosa egli provi, e non il contrario. Lo studio, che ha riguardato principalmente i cani, non si limita, tuttavia, ai soli animali da compagnia.Continua a leggere

ora intelligenza emotiva scuola Napoli
Post, Scuola

A Napoli la prima ora di lezione d’intelligenza emotiva in classe in Italia

Mentre si compiono notevoli sforzi in patria per innalzare il livello della preparazione scolastica dei nostri ragazzi (e colmare il gap che ci divide dagli Stati dell’Unione Europea), una vecchia, nuova e preoccupante lacuna respinge la nostra scuola. Nessuno spazio è ancora destinato alla scienza del sé, all’intelligenza emotiva, alla cultura dell’empatia per arginare l’analfabetismo emozionale dilagante. Quanto bisognerà attendere ancora per una riforma che inserisca nei regolari programmi curricolari lezioni su come gestire le emozioni, riconoscere quelle fondamentali - felicità, tristezza, collera, sorpresa, timore, disgusto - e imparare a ricomporre i contrasti in maniera non conflittuale?Continua a leggere

Miur-docente-scuola-intelligenza-emotiva
Post, Scuola

Miur: sarà la scuola del docente inclusivo e dell’intelligenza emotiva


Sembra davvero che i tempi siano maturi. In Spagna, d'altro canto, da alcuni anni è stata istituita l'ora dell'intelligenza emotiva tra le attività  didattiche in classe per migliorare l'ambiente di apprendimento. La scuola iberica ha, dunque, abbracciato l'idea di Edward De Bono, lo psicologo accostato al pensiero divergente e al problem solving creativo, di aiutare gli studenti a imparare a rendersi autonomi nella ricerca delle soluzioni, grazie alla creatività e allo studio delle emozioni. Ora tocca alla scuola italiana. Così, con la pubblicazione del dossier “Sviluppo professionale e qualità  della formazione in servizio”, il Ministero della Pubblica Istruzione getta le basi per la nascita, nel nostro Paese, del docente inclusivo per un modo trasversale d'intendere l'insegnamento. Anche i nostri professori, in altre parole, andranno a scuola d'intelligenza emotiva.

Continua a leggere