Categoria: Arti Terapie

Autostima fiducia e creatività
Arti Terapie, Crescita personale

Autostima e fiducia: la creatività guarisce le ferite

La creatività richiede fiducia. Esercitare fiducia significa rinunciare al controllo. Rinunciare al controllo, però, spaventa. Per questo resistiamo: per mantenere l’illusione del controllo. Ma questa resistenza genera ansia, rabbia e stress che puntualmente somatizziamo. A volte, la resistenza è generata dalla convinzione che siamo venuti al mondo per adempiere a una serie di doveri e obblighi morali e che, difficilmente, il vero scopo della nostra vita coinciderà con ciò che amiamo fare, con i nostri reali interessi, con le nostre aspirazioni più autentiche. In realtà, nel momento in cui smettiamo di opporre resistenza e ci lasciamo trasportare dal flusso, l’Universo ci prospetta tutte le opportunità di cui avevamo bisogno. E spesso nell’esatta sequenza, in ordine di necessità.

Cioè, se seguiamo il nostro istinto vitale, tutto l’Universo sostiene le nostre scelte e i nostri desideri e coopera per realizzarli. È l’incertezza, l’indecisione, l’incostanza nel flusso creativo a non permettere al nostro percorso di dispiegarsi con naturalezza. Quando siamo sulla strada giusta, sappiamo esattamente in quale direzione muoverci e sappiamo esattamente come comportarci.

Le parole, queste e quelle che seguono, sono di Romina, arteterapeuta leccese, e sono tratte da "L'unicorno che vomita arcobaleni", racconto autobiografico scritto dalla stessa nei percorsi formativi del Metodo Autobiografico Creativo sui temi di creatività, autostima e fiducia. Il testo completo, da me adattato, oggi è l'introduzione al mio libro di fiabe autobiografiche "I desideri che cadono nel mare - Fiabe per crescere, storie per imparare a conoscersi" (Stefano Centonze, Ed. Circolo Virtuoso 2018).Continua a leggere

stati di grazia e flusso creativo
Arti Terapie, Crescita personale

Stati di grazia: il flusso creativo

Può la creatività generare uno stato di grazia? Sì, se si ammette l'imperfezione del processo creativo e l'insegnamento che ne se ne può trarre per se stessi: sbagliare e imparare dai propri errori, fino a far pace con sé.  Tratto da "L'unicorno che vomita arcobaleni", ecco un articolo che racconta di creatività, autostima e fiducia. Una storia autobiografica che riporta l'esperienza personale di Romina, un'arteterapeuta leccese che ha sperimentato la libertà o lo stato di flusso grazie alla creatività emersa nei percorsi formativi del Metodo Autobiografico Creativo. Queste le sue parole, che ho scelto e adattato come introduzione al mio libro di fiabe autobiografiche "I desideri che cadono nel mare - Fiabe per crescere, storie per imparare a conoscersi" (Stefano Centonze, Ed. Circolo Virtuoso 2018).Continua a leggere

La sindrome del Grande Artista paura blocca la creatività
Arti Terapie, Crescita personale

La sindrome del Grande Artista: quando la paura blocca la creatività

"Se sei impegnato a lottare con tutte le tue forze per dimostrare che sei un “grande artista” e che sei degno di attenzioni e d’amore, difficilmente riuscirai ad essere un artista. Se passi le tue giornate a studiare il modo di realizzare “qualcosa di davvero importante”, perdi di vista ciò che importa veramente. Una convinzione che ostacola moltissimo l’espressione creativa è quella secondo la quale l’arte deve essere necessariamente produzione di opere di grande pregio e valore. Nella competitiva e materialista società occidentale, è spesso considerato un’inutile perdita di tempo dedicarsi a forme d’arte che non siano, in qualche modo, “produttive”, che non portino con sé fama e denaro. Approccio che, d’altro canto, alimenta aspettative (destinate a restare spesso deluse) e senso di insicurezza."

Le parole, queste e quelle che seguono, sono di Romina Pacella, arteterapeuta leccese, e sono tratte da "L'unicorno che vomita arcobaleni", racconto autobiografico scritto dalla stessa nei percorsi formativi del Metodo Autobiografico Creativo sui temi di creatività, autostima e fiducia. Il testo completo, da me adattato, oggi è l'introduzione al mio libro di fiabe autobiografiche "I desideri che cadono nel mare - Fiabe per crescere, storie per imparare a conoscersi" (Stefano Centonze, Ed. Circolo Virtuoso 2018).

Continua a leggere

I luoghi della creatività
Arti Terapie, Crescita personale

I luoghi della creatività

La creatività ha bisogno di protezione, perché esprime la nostra unicità. E la nostra unicità ama nascondersi. Salvo venir fuori d'impeto, nei processi creativi, nei luoghi della creatività. Ma che cos'è un luogo creativo? E' uno spazio fisico o, piuttosto, mentale? Con quali difficoltà e resistenze ci si immerge nel processo creativo? Ecco, allora, un altro passaggio de "L'unicorno che vomita arcobaleni", racconto autobiografico di Romina, arteterapeuta leccese, scritto nei percorsi formativi del Metodo Autobiografico CreativoStoria di libertà desiderata, creatività, autostima e fiducia

Dall'introduzione al mio libro di fiabe autobiografiche "I desideri che cadono nel mare - Fiabe per crescere, storie per imparare a conoscersi" (Stefano Centonze, Ed. Circolo Virtuoso 2018).Continua a leggere

Segreto mente creativa
Arti Terapie, Crescita personale

Il segreto di una mente creativa

Sappiamo che il nostro cervello è diviso in due emisferi, uno logico-razionale e uno creativo. Insieme generano il prodotto che chiamiamo mente. Ma quando una mente è creativa? E qual è il suo segreto? Tratto da "L'unicorno che vomita arcobaleni", ecco un articolo che racconta di creatività, autostima e fiducia. Una storia autobiografica che riporta l'esperienza personale di Romina, un'arteterapeuta leccese che ha sperimentato la libertà grazie alla creatività emersa nei percorsi formativi del Metodo Autobiografico Creativo.

Queste, dunque, le sue parole, che ho scelto e adattato come introduzione al mio libro di fiabe autobiografiche "I desideri che cadono nel mare - Fiabe per crescere, storie per imparare a conoscersi" (Stefano Centonze, Ed. Circolo Virtuoso 2018).Continua a leggere

Creativtà autostima giudice interiore
Arti Terapie, Crescita personale

La creatività che mette a tacere il severo giudice interiore

Una  storia che parla di creatività, autostima e fiducia. Una storia autobiografica che parla di divieti e di errori inammissibili per decreto familiare. Errori che poi insegnano a crescere e a credere in se stessi, nei propri limiti e nelle potenzialità. Un racconto che non è una fiaba, almeno, non nel senso stretto, che ho scelto come introduzione al mio libro di fiabe autobiografiche "I desideri che cadono nel mare - Fiabe per crescere, storie per imparare a conoscersi" (Stefano Centonze, Ed. Circolo Virtuoso 2018). Ma ho trovato illuminante il racconto della vita di Romina e del suo rapporto con la creatività che le ha permesso un cambiamento e di diventare la persona che oggi è. Una parabola, una testimonianza reale che parla del peso delle aspettative e dell’ansia di prestazione generata dai genitori che è  la migliore introduzione ai mondi fantastici e sconosciuti che ci  accingiamo ad esplorare.Continua a leggere

arteterapia a scuola per apprendere e motivare
Arti Terapie, Scuola

Case study: l’arteterapia a scuola per motivare ad apprendere

G. ha 11 anni, frequenta la prima media di un Istituto Comprensivo di un piccolo paese della provincia tarantina. Il passaggio alla Scuola Media appare in un primo momento positivo. G. è bene integrato nel suo gruppo classe, formato per circa il 40 % da compagni che avevano condiviso con lui anche gli anni della Scuola Elementare. Dopo i primi colloqui (che i genitori riportano di aver percepito in maniera positiva) avviene un’inversione di rotta. G. comincia ad allontanarsi dal gruppo, anche dai suoi amici. Il suo rendimento scolastico cala, mentre i genitori non rilevano particolari cambiamenti sul piano emotivo e comportamentale del ragazzo a casa. Osservano che G. ha meno voglia di parlare della Scuola, ma imputano il fatto al passaggio evolutivo legato alla fase preadolescenziale. Basandosi sulla stessa convinzione, accettano senza troppe preoccupazioni un abbassamento del rendimento di G., che viene comunque valutato dagli insegnanti come sufficiente.Continua a leggere

Tra terra e cielo
Arti Terapie

Tra terra e cielo: un laboratorio di arteterapia a scuola con materiali poveri

Tra terra e cielo è un progetto di Serena Baretti, Arti Terapeuta di Artedo, spesso ospite del mio sito. In questo articolo, riporto, con le sue stesse parole, il resoconto di un suo laboratorio di arteterapia con una quinta classe di scuola primaria. La dimostrazione di come, con materiali poveri, si possano pensare interi percorsi per lavorare sulle emozioni e sull'inclusione.

Continua a leggere
baby bump painting pancioni decorati gestanti
Arti Terapie

Pancioni decorati: Baby Bump Painting e Arteterapia in gravidanza

Farsi dipingere il pancione in gravidanza: si chiama Baby Bump Painting e aiuta le mamme non solo a sentirsi a proprio agio con il corpo che cambia ma a immortalarne le forme, attraverso lo scatto fotografico, fatto dopo il reintegro grafico pittorico, che, in quel momento, diventano tele candide su cui dipingere e  riportare fantasie, aspettative, impressioni e immagini del nascituro. Un lavoro di Serena Baretti, Arteterapeuta in formazione in Artedo, che ospito volentieri sul mio sito.Continua a leggere