A ciascuno il suo Aquilone

fiaba storia i Desideri che cadono nel mare

Osservare la storia personale da un altro punto di vista crea la giusta distanza che permette di riappropriarsene in modo nuovo e costruttivo. È così che il passato subito si risolve, come un nodo in gola che si scioglie, e diventa apprendimento intorno a se stessi. Così, nella metafora della fiaba di Mariavincenza, realizzare un aquilone con i pezzi dei vissuti che fanno ancora male diventa liberarsi delle vecchie stoffe impolverate e sdrucite, per risolvere i conflitti interiori. Mandar via quel che è stato, sapendo che c’è ancora e ci sarà sempre, è il primo atto di autoconsapevolezza per spiccare il volo e vivere felici.


La storia che hai appena ascoltato è inserita nel libro “I desideri che cadono nel mare – Fiabe per crescere, storie per imparare a conoscersi”, di Stefano Centonze, Ed. Circolo Virtuoso (2018). 
Anche con Carta del Docente


Facebook Comments

Rispondi